Tieniti aggiornato sui miei

Home > Blog

04.03 2015

Postura e Sport


Uno dei temi che attualmente riscuote maggior interesse nel mondo della preparazione atletica è certamente l'impatto delle pratiche posturologiche nelle performance sportive. Innanzitutto è bene che ti aiuti a distinguere le discipline sportive secondo le seguenti classi:

Aerobiche:
Maratona, Mezza Maratona, Nuoto, Camminata Allenante, Sci di fondo, Ciclismo su strada, Canottaggio.

Anaerobiche:
Lancio del peso, Lancio del giavellotto, Sci di discesa, Pesistica, Salto in alto e in lungo, 100 metri piani.

Aerobiche Anaerobiche Alternate:
Calcio, Basket, Tennis, Hokey, Pallamano, Pugilato, Arti Marziali.

Destrezza:
Tuffi, Pattinaggio e Ginnastica Art., Scherma, Tiro a Segno, Equitazione, Motociclismo, Salto con gli sci.

Le discipline aerobiche si distinguono per la caratteristica richiesta di uno sforzo muscolare di medio-bassa intensità ma prolungato nel tempo; le discipline anaerobiche, a seconda che siano lattacide o alattacide, richiedono, contrariamente alle precedenti, un impegno muscolare di più alta intensità (fino al massimale), ma di durata inferiore; le discipline aerobiche/anaerobiche alternate invece, prevedono un lavoro che combina le due modalità prima descritte all'interno della stessa competizione; le attività di destrezza infine, vengono definite tali, in quanto si distinguono per lo sviluppo di abilità particolari come, precisione, equilibrio, controllo, direzionalità ecc. e lo sforzo muscolare è in alcuni casi irrilevante al fine della classificazione.

Poi ti elenco alcune capacità motorie migliorabili con l'allenamento:

Coordinative(destrezza)
Generali: Apprendimento, Controllo, Adattamento

Speciali: Coordinazione segmentaria, Differenziazione spazio-tempo, Equilibrio, Orientamento spazio-temporale, Ritmo, Velocità e qualità di reazione, Trasformazione del gesto.

Condizionali
Generali: Forza, Velocità, Resistenza, Mobilità Articolare, Elasticità Muscolare

Le capacità coordinative sono determinate dai processi di controllo e regolazione del movimento gestiti dal Sistema Nervoso Centrale e Periferico indipendentemente, quanto meno in prima battuta, dalle capacità condizionali escluse, a mio avviso, la mobilità articolare e l'elasticità muscolare. Le capacità condizionali invece, sono determinate da fattori biochimici, energetici, strutturali, funzionali e quindi metabolici.

IMPORTANTE!
Se studi e analizzi il contenuto appena descritto schematicamente in questo modo però, puoi correre il rischio di comprendere che tutte queste capacità, siano scollegate e non in relazione le une con le altre, e questo non deve accadere; seppur didatticamente sono distinguibili, all'atto pratico sono in strettissima relazione.

A seconda della disciplina vengono proposti programmi di allenamento che mirano primariamente allo sviluppo di quelle capacità che la pratica sportiva specifica richiede; giusto. Come abbiamo visto all'inizio ci sono sport che necessitano maggiormente di resistenza e sport che invece richiedono maggior forza esplosiva da spendere in brevissimo tempo, e così anche per equilibrio, precisione, coordinazione ecc...

Non avrebbe senso far correre un pesista per 10/20 Km al giorno, mentre è bene farlo se si vuole allenare chi deve competere in una maratona. Inoltre, un maratoneta, per morfologia (caratteristiche strutturali), non riuscirebbe mai a sollevare i kg che può sollevare un pesista, quindi sarebbe un lavoro inutile oltre che sbagliato. La cosa più corretta forse, è trovare il giusto mix di stimoli, regolandone la proporzione in base alle richieste specifiche della specialità di riferimento dell'atleta. Ci sono però delle capacità che sono, a mio avviso, al di fuori dei ragionamenti e delle classificazioni appena fatte, ti faccio due esempi: equilibrio e coordinazione.

  • Esiste uno sport dove queste due qualità non sono importanti?
  • Da cosa dipendono?
  • Equilibrio e coordinazione, possono favorire lo sviluppo ottimale anche delle altre capacità?
  • Quali capacità, tra le capacità elencate, possono favorire sia l'una che l'altra?

La risposta a quest'ultima domanda l'ho già evasa in precedenza, ovvero: l'elasticità muscolare e la mobilità articolare, dove la seconda voce è la diretta conseguenza della prima. Con un corretto programma di rieducazione posturale, strutturato secondo i principi della globalità e del rapporto di causa-effetto, si incentra l'attenzione proprio sull'aspetto muscolo-articolare con l'obiettivo di conferire alle catene muscolari stesse una maggiore elasticità ed una più bilanciata distribuzione dei carichi sulle articolazioni; una sorta di riequilibratura della macchina. Il valore aggiunto che permette di perseguire e ottenere molteplici vantaggi, diretti e indiretti, tra i quali ti posso annoverare:

  • Aumento della forza elastica a parità di sezione muscolare
  • Distribuzione e bilanciamento della tonicità muscolare
  • Aumento della resistenza
  • Maggiore controllo della funzione respiratoria
  • Migliore ossigenazione
  • Maggiore coordinazione
  • Maggiore equilibrio
  • Miglioramento della capacità e della gestione cardio-circolatoria
  • Prevenzione degli infortuni muscolari e articolari
  • Elasticizzazione e protezione della colonna vertebrale
  • Aumento della velocità di recupero muscolare
  • Miglioramento dell'attenzione e dello stato di rilassamento
  • Riduzione degli stati infiammatori locali e diffusi
  • Riduzione dell'usura articolare generale e specifica
  • Prevenzione e trattamento dei dolori
  • Migliore capacità visiva

Per fare il punto quindi, in questo primo articolo sul tema "Sport", voglio rinforzare o far emergere in te la necessità di riuscire ad associare le attività posturali, che mettono l'organismo nelle condizioni ideali per lavorare, ad un programma di allenamento ben pianificato, bilanciato e che tenga presente le finalità proprie della disciplina. In tal modo potrai creare la giusta alchimia per ottenere risultati prestazionali soddisfacenti, per garantirti una più longeva vita sportiva e per tutelarti da infortuni e dolori anche in età avanzata.

Buon allenamento!!

Commenti

Contattami ora
e dimmi cosa
posso fare
per te!

@ Contattami ora!







I dati raccolti saranno utili a soddisfare più velocemente le tue richieste, a migliorare i nostri servizi e a poterti comunicare le nostre novità. Leggi l'informativa sulla privacy.

Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per finalità di marketing nell'interesse proprio come indicato nell'informativa che precede.

Presto il consenso all'attività di profilazione descritta nell’informativa che precede per le finalità ivi indicate.


Benessere organizzativo e corporate wellness
Scopri Eukinetica!

Dove Opero

> <
  • Studio Riefoli
    via Desenzano 8,
    20146 Milano (MM1 Gambara)
  • Associazione Coscienza e Salute
    Via Desenzano 8, Milano

    Docente corsi di Pancafit group
    (orari: lunedi 18,30-19,30 e giovedì 19-20)
  • Circolo dell'Amicizia
    Via Fernando Santi 8, Milano

    Docente corsi di Educazione Posturale Globale
    (orari Venerdi dalle 10 alle 11)
  • Accademia Ayurvedica
    Via Gramsci 10, Novi Ligure

    Docente corsi di Educazione Posturale Globale
    (orari Mercoledi 17-18 e 18,45-20,00)
  • Circolo Culturale G3,
    Novi Ligure

    Docente corso di Educazione Posturale Globale
    (orari Mercoledi 11-12)
  • Via Gramsci 10, Novi Ligure
    Accademia Ayurvedica
  • Via Fernando Santi 8, Milano
    Circolo dell'Amicizia
  • Centro Ouroboros,
    Via Renata Bianchi 36, Genova

    Docente corso Educazione Posturale Globale

Vivere sani è un diritto!

è giusto ed è un obiettivo da raggiungere.

Contattami ora !

Seguimi su