Tieniti aggiornato sui miei

Home > Blog

07.01 2016

Il mio augurio per il 2016


Mi auguro che nel 2016 si possa avere più attenzione all'uso delle parole. Le parole sono un mezzo attraverso il quale ci scambiamo informazioni; non è certo l'unico modo, non so dire neanche se è il più importante, ma certamente è quella forma comunicativa a cui tutti siamo stati educati a portare attenzione. Nelle parole sono insiti i concetti che racchiudono in sé significati precisi; tali significati vengono espressi e valutati in base al contesto della frase.

Indipendentemente dal numero di parole che ognuno di noi ha a disposizione nel suo bagaglio personale, ritengo però importante che esse vengano applicate nel modo corretto. Seppur esistono diverse forme di linguaggio, il canale vocale ha, come già espresso, un impatto epidemiologicamente elevato. Molti ascoltano ciò che dici, ma pochi si soffermano su come lo dici o su quale posizione assumi mentre ne parli. Fatta la premessa, preciso che questo non è un articolo dedicato alla lingua italiana; non sono un professore in materia e neanche un letterato.

Voglio solo prendere un esempio di quanto sia discriminante l'uso improprio dei vocaboli se utilizzati scorrettamente. Per questo motivo, rientro nel mio settore e faccio alcune riflessioni su tutte quelle volte in cui ho sentito dire da “esperti” e non solo, le seguenti frasi: “inizialmente ho scelto di diventare vegano per motivi egoistici”, “la gente pensa di cambiare alimentazione per la propria salute perché è egoista”, e così per tutte le possibili declinazioni che associano la salute della persona al cambio di regime nutrizionale. Se leggi attentamente ti balzerà subito agli occhi una netta quanto implicita separazione tra coloro che scelgono per “egoismo” e chi invece per “altruismo”.

Per fare chiarezza è bene sempre ricorrere al significato originale della parola, in questo caso egoismo: fonte dizionario Treccani egoismo s. m. [der. del lat. ĕgo «io»]. – Atteggiamento di chi si preoccupa unicamente di sé stesso, del proprio benessere e della propria utilità, tendendo a escludere chiunque altro dalla partecipazione ai beni materiali o spirituali ch’egli possiede e a cui è gelosamente attaccato

Sottolineo che l'egoismo è un concetto chiaro che racchiude il possesso, la gelosia, l'avidità e l'avarizia. Catalogare una persona “egoista” perché sceglie di cambiare il proprio regime alimentare onnivoro in vegetaliano per fini salutisti è uno dei modi più lapalissiani di uso scorretto delle parole e ovviamente dei concetti “sottostanti”. Mi rifaccio ad un antico insegnamento il quale diceva: “impara ad amare te stesso e solo così imparerai ad amare veramente anche gli altri”. Ci sono persone che, a un certo punto della loro vita, dopo molti anni, si sono accorte che fino a quel momento si sono “buttate via” al sol scopo di inseguire e soddisfare compulsioni e schiavitù.

Coloro non stanno agendo per mire egoistiche ma, al contrario, stanno cercando di riscattare sé stessi per le azioni dannose che hanno generato nei loro stessi confronti, per mettere un po' d'ordine nella confusione, facendo finalmente fluire la Consapevolezza che in quel momento e sempre è la sola vera ancora di salvezza. È finito l'incantesimo! Siamo salvi! Adesso è il momento di prendere in mano le redini del gioco chiamato vita!
QUESTO DEVE ESSERE LO SPIRITO

Altro che egoismo, questa è la spinta propulsiva che aprirà le porte all'espansione della Coscienza....in tutti gli ambiti (vedere articolo sul significato di scelta etica). Il mio pensiero va a tutte quelle persone che, sospinte da cattive interpretazioni ideologiche, sono convinte del contrario e continuano, più o meno consapevolmente, a far passare un messaggio di separazione.

Il non riuscire a superare un dolore, sia esso il proprio o quello di un altro fatto proprio, può rendere insensibili; mi spiego meglio. Se non si supera la drammatizzazione del dolore, ogni qualvolta che qualcosa o qualcuno lo restimola si sarà portati a difendersi più o meno intensamente a seconda del livello dello stimolo. Come i muscoli reagiscono al dolore fisico contraendosi senza badare ai danni conseguenti nel medio­lungo periodo, anche le azioni e le parole derivate da un dolore emotivo possono essere espresse senza la percezione delle conseguenze che avranno in seguito.

Nessuno è egoista quindi per il motivo in sé di scegliere un'alimentazione 100% vegetale. Questa scelta è una di quelle che contemporaneamente fanno coincidere riflessi benefici ad ampio raggio. Diversamente si può diventare egoisti se, per tutelarsi dal proprio dolore, si commettono azioni dannose verso terzi ovvero animali, persone, ecosistemi o pianeti. Sono la paura e l'ignoranza a renderci egoisti, non l'amore che proviamo verso noi stessi!

Spesso le persone che giudicano egoiste altre persone, non stanno facendo altro che far trasparire un proprio disagio; magari quel disagio frutto dell'incapacità di amarsi che si è, più o meno inconsciamente, voluto proiettare all'esterno (amo gli animali, amo le piante, amo la musica, amo lo sport....) perché così facendo si poteva illusoriamente rendere quel terribile fracasso interiore un po' meno fastidioso. Il mio augurio quindi è quello di poter trasformare il dolore in Amore e rendere giustizia a tutte quelle parole e quei concetti che, senza questo passaggio essenziale, non vengono rispettati ma abusati impropriamente.

Infine, se fosse vero che la legge karmica funziona anche sul nostro pianeta, a seguito di questo cambio di rotta comunicativa potremmo vedere ulteriori quanto auspicabili cambiamenti. Buon 2016!!!!

Commenti

Contattami ora
e dimmi cosa
posso fare
per te!

@ Contattami ora!






Acconsento al trattamento dei miei dati personali e dichiaro di aver preso visione del testo sul trattamento dei dati.

Master Veganic Interessato? Vieni a scoprire di cosa si tratta.

Dove Opero

> <
  • Studio Riefoli
    via Desenzano 8,
    20146 Milano (MM1 Gambara)
  • Associazione Coscienza e Salute
    Via Desenzano 8, Milano

    Docente corsi di Pancafit group
    (orari: lunedi 18,30-19,30 e giovedì 19-20)
  • Circolo dell'Amicizia
    Via Fernando Santi 8, Milano

    Docente corsi di Educazione Posturale Globale
    (orari Venerdi dalle 10 alle 11)
  • Accademia Ayurvedica
    Via Gramsci 10, Novi Ligure

    Docente corsi di Educazione Posturale Globale
    (orari Mercoledi 17-18 e 18,45-20,00)
  • Circolo Culturale G3,
    Novi Ligure

    Docente corso di Educazione Posturale Globale
    (orari Mercoledi 11-12)
  • Via Gramsci 10, Novi Ligure
    Accademia Ayurvedica
  • Via Fernando Santi 8, Milano
    Circolo dell'Amicizia
  • Centro Ouroboros,
    Via Renata Bianchi 36, Genova

    Docente corso Educazione Posturale Globale

Vivere sani è un diritto!

è giusto ed è un obiettivo da raggiungere.

Contattami ora !

Seguimi su